Topics

J’étais indécise.

L’italien c’est ma langue maternelle, le français ma passion. Mais pour se faire comprendre partout un journaliste d’aujourd’hui doit également parler un petit peu d’anglais.

Pour cela, j’ai choisi d’écrire en trois langues.

Mais le nom du blog? Ah oui le nom.

Un nom en anglais? Cool, mais pas du tout juste, pour les linguistes italiens et français.
Un nom en italien? Ou en français?

J’avais cherché un nom en latin, mais enfin je ne l’ai pas encore trouvé…

Donc, j’ai pensé que “Il Blog di Francesca Sabatini” serait été plus neutre. Mégalomane, bien sur, mais facile à comprendre pour tous.

Et les contenus?
Le Beau, la Beauté.

J’aime bien la musique, de la meme façon que la gastronomie. Je suis curieuse et attirée par les faits divers. J’aime aussi raconter l’actu en utilisant un angle différent.

Je vou propose, donc, une liste d’arguments entre lesquels choisir celui qui vous préférez… et la langue?

A vous le choix…

 

Lo traduco ?

Ero indecisa, si, lo dico anche in italiano.

Sono  italiana, il francese è una mia passione. Ma penso che, per un giornalista, un minimo d’inglese è necessario, almeno per farsi capire un po’ ovunque (e poi, diciamolo, se scrivi in inglese fa figo, altrimenti non sei nessuno).

Per questo, mi sono detta che scriverò in tre lingue. La tento, per lo meno.

Ma il nome del blog? Eh il nome è un argomento delicato.

In inglese ? Cool, ma poi come avrebbero reagito i linguisti italo-francesi ? Non credo bene. Che poi lo stesso ragionamento è reversibile per le altre due lingue: un nome in francese? uno in italiano? No, non mi sembrava educato.

Per non fare torto a nessuno, ho cercato un nome in latino, ma non l’ho trovato.

Quindi, nel frattempo, ho scelto di optare per un semplice “Il Blog di Francesca Sabatini”.  Megalomane, sì, ma almeno neutrale e comprensibile per tutti.

E i contenuti?
Di tutto, purché Bello. Del resto, cosa aspettarsi da un’indecisa?

Sono appassionata di musica, ma anche curiosa. Non amo l’attualità, ma raccontarla da prospettive differenti, sì.  La gastronomia non è il mio forte, ma sono una buona forchetta. MI piace l’arte, l’arte di strada, le persone che hanno un’idea, qualcosa da raccontare.

Ecco, di contenuti ce ne sono per tutti i gusti, a voi la scelta: qual è il vostro preferito?

Buona lettura

 

 

If you would to learn more about me, here an arranged english version

As you can see, I’m italian and passionated by french language. But I know that the english is a must to be understood by the world.

So i decided to write in three languages.